Entra Registrati
Commenti su film appena visti
D di Darrosquall
creato il 25 luglio 2005


ryer
Confratello
Utente
2417 messaggi
ryer
Confratello



Utente
2417 messaggi
Inviato il 19 marzo 2024 10:56
Jacaerys Velaryon ha scritto:

e

l'obiettivo delle Bene Gesserit era eliminare Leto, in quanto personaggio scomodo, ma tenendo in vita la linea di sangue degli Atreides.

 

Esatto, senza contare che Jessica è una Bene Gesserit, quindi non avrebbero mai acconsentito a sacrificarla.



Euron Gioiagrigia
Confratello
Utente
8953 messaggi
Euron Gioiagrigia
Confratello



Utente
8953 messaggi
Inviato il 22 marzo 2024 19:48
ryer ha scritto:

Ma appunto, questa è visione di Villeneuve, che da autore sceglie di dare enfasi a certi aspetti piuttosto che ad altri :)

 

Per come la vedo io il limite di Villeneuve è proprio questo: grossa e meticolosa attenzione ad alcuni aspetti come quelli visivi e tecnici su cui non ho nulla da rimproverargli, e minore attenzione su altri come banalmente i dialoghi e la caratterizzazione dei personaggi che continuano, anche ripensando al film, a sembrarmi freddi e più pedine di una storia più grande che veri interpreti della propria storia. Io mi sono goduto questo film al cinema così come il precedente proprio per la messa in scena faraonica, ma non mi è venuta voglia di andare a rivederli. Per quanto il paragone possa sembrare blasfemo, parlando di film visti in sala ho provato emozioni maggiori e più spontanee guardando John Wick 4.



Jacaerys Velaryon
Confratello
Utente
4476 messaggi
Jacaerys Velaryon
Confratello



Utente
4476 messaggi
Inviato il 22 marzo 2024 20:12
Euron Gioiagrigia ha scritto:

Per come la vedo io il limite di Villeneuve è proprio questo: grossa e meticolosa attenzione ad alcuni aspetti come quelli visivi e tecnici su cui non ho nulla da rimproverargli, e minore attenzione su altri come banalmente i dialoghi e la caratterizzazione dei personaggi che continuano, anche ripensando al film, a sembrarmi freddi e più pedine di una storia più grande che veri interpreti della propria storia.

Spezzo una lancia a favore di Villeneuve su questo aspetto: l'idea di personaggi "pedine" è in parte giustificata dalla storia stessa, fondata sul tema della preveggenza e sulle manipolazioni delle Bene Gesserit.


The time between the notes relates the colour to the scenes
A constant vogue of triumphs dislocate man, so it seems
And space between the focus shape ascend knowledge of love
As song and chance develop time, lost social temperance rules above

Then according to the man who showed his outstretched arm to space
He turned around and pointed, revealing all the human race
I shook my head and smiled a whisper, knowing all about the place

Jon Anderson & Steve Howe (Close to the Edge)

 

What is honor compared to a woman's love? What is duty against the feel of a newborn son in your arms… or the memory of a brother's smile? Wind and words. Wind and words. We are only human, and the gods have fashioned us for love. That is our great glory, and our great tragedy.

George R. R. Martin (A Game of Thrones)

 

The measure of a life is a measure of love and respect,

So hard to earn, so easily burned
In the fullness of time,
A garden to nurture and protect
It's a measure of a life
The treasure of a life is a measure of love and respect,
The way you live, the gifts that you give
In the fullness of time,
It's the only return that you expect

Neil Peart (The Garden)

 

Ernest Hemingway once wrote, ‘The world is a fine place, and worth fighting for.’ I agree with the second part.

Andrew Kevin Walker (Seven)

 

In this game that we’re playing, we can’t win. Some kinds of failure are better than other kinds, that’s all.

George Orwell (Nineteen Eighty-Four)


Euron Gioiagrigia
Confratello
Utente
8953 messaggi
Euron Gioiagrigia
Confratello



Utente
8953 messaggi
Inviato il 23 marzo 2024 10:08

In effetti dovrò leggere i primi due libri della saga prima o poi. Però Villeneuve non è nuovo a film molto robusti dal punto di vista stilistico ma fiacchi dal punto di vista dei contenuti. Arrival nel complesso gli era uscito bene, ma Blade Runner 2049 era sostanzialmente inutile. Poi oh, considerando la media cinematografica attuale ad avercene.


M
Manifredde
Confratello
Utente
5401 messaggi
Manifredde
Confratello

M

Utente
5401 messaggi
Inviato il 22 aprile 2024 22:13

L'immensità della notte (Andrew Patterson, 2019)

Lo trovate su Prime. Chi ha prime video, lo guardi. Non perderò tempo a descriverlo, perchè tanto lo guarderete a breve (vero?)

Dico solo che se Patterson continua su questa strada, sentiremo parlare molto di lui. Questa è la sua opera prima, eppure gestisce la macchina da presa con la stessa immaginazione, competenza e ambizione di un regista molto più esperto, vedere per credere!

E se la parte tecnica non bastasse, allora godetevi pure la prova attoriale di un Horowitz e una McCormick assolutamente spettacolari. La McCormick in particolare è protagonista di un paio di lunghe scene nelle quali posso solo immaginare quanta preparazione le ci sarà voluta per interpretarle.

Questo film è costato 700k dollari. Come abbiano potuto farlo con 2 spicci non ne ho idea, perchè a giudicare dal budget che ogni tanto viene comunicato per serie e film pare che non puoi neppure far partire la cinepresa con meno di 10 milioni. Ma è l'ennesima dimostrazione (come The creator che con i suoi 80 milioni sembra un film da 150) che si possono fare ottimi film senza spendere un capitale.


Messaggi
7.7k
Creato
18 anni fa
Ultima Risposta
1 giorno fa

MIGLIOR CONTRIBUTO IN QUESTA DISCUSSIONE
B
Blindevil
1826 messaggi
Euron Gioiagrigia
455 messaggi
L
Lyra Stark
427 messaggi
M
Manifredde
369 messaggi