Entra Registrati
La politica del Bel Paese
I di Il Lord
creato il 15 gennaio 2021

P
Phoenix
Utente
1126 messaggi
Phoenix


P

Utente
1126 messaggi
Inviato il 15 giugno 2023 22:54

@joramun

 

Il Protocollo Cologno Monzese (cit.) era lacunoso 

 

39 minuti fa, joramun ha scritto:

col nostro "grande statista" non vuole avere nulla a che fare. 

 

Neanche in vita era una gara a invidiarcelo 


R
rhaegar84
Confratello
Utente
935 messaggi
rhaegar84
Confratello

R

Utente
935 messaggi
Inviato il 16 giugno 2023 15:00

@Phoenix beh ok il berlusca...ma nn mi sembra che in europa negli ultimi 15 anni si siano visti grandi statisti...anzi...tolta la merkel.

penso infatti che il dramma dell'occidente è di non avere più una classe politica dignitosa almeno. a prescindere dal partito. e questo lo si vede da come l'europa sia sempre a comando di qualcuno. quindi direi che il problema non è solo nostro, ma è proprio un problema dell'occidente.

@Mar guardando la sinistra da esterno non riesco a capire come sia possibile che mai, e dico mai, in 20 anni, non abbia fatto un processo di autocritica. sempre colpa degli altri. Berlusconi in primis che sostanzialmente gli serviva. poi degli italiani che se non votano loro sono ignoranti, evasori e puttanieri. ormai sono schiavi della loro "ideologia". i bravi e moralmente irreprensibili (ovviamente a detta loro). e per una volta che avete uno che può farvi vincere, malgrado sia anche lui un personaggio discutibile (ovviamente parlo di Renzi), cosa fate? lo sostenete per stravincere, viste le europee?no. anzi i soliti vecchi partono a fargli un opposizione assurda pur di farlo fuori. e poi vi lamentante se adesso governa la destra. un acume politico fantastico. e c'è ancora gente che pende dalla labbra di Bersani...che è riuscito a non vincere le elezioni del post 2011 e spread vari. genio!



joramun
Confratello
Utente
6277 messaggi
joramun
Confratello



Utente
6277 messaggi
Inviato il 16 giugno 2023 16:57
1 ora fa, rhaegar84 ha scritto:

guardando la sinistra da esterno non riesco a capire come sia possibile che mai, e dico mai, in 20 anni, non abbia fatto un processo di autocritica. sempre colpa degli altri. Berlusconi in primis che sostanzialmente gli serviva. poi degli italiani che se non votano loro sono ignoranti, evasori e puttanieri. ormai sono schiavi della loro "ideologia". i bravi e moralmente irreprensibili (ovviamente a detta loro). e per una volta che avete uno che può farvi vincere, malgrado sia anche lui un personaggio discutibile (ovviamente parlo di Renzi), cosa fate? lo sostenete per stravincere, viste le europee?no. anzi i soliti vecchi partono a fargli un opposizione assurda pur di farlo fuori. e poi vi lamentante se adesso governa la destra. un acume politico fantastico. e c'è ancora gente che pende dalla labbra di Bersani...che è riuscito a non vincere le elezioni del post 2011 e spread vari. genio!

 

Io invece proprio non capisco ad un elettore autodichiaratosi di destra o di centro "moderato" e "liberale" cosa gliene possa fregare di cosa è e cosa fa la sinistra, e come possa pretendere di tracciare lui un percorso di cosa la sinistra debba essere, visto che partendo da valori di destra finirà per disegnarsi "la sinistra" come piacerebbe a lui.

Una sinistra che piace ad un elettore berlusconiano o renziano o calendiano non è la sinistra, è un'altra cosa.

 

Ad ogni modo, per tornare al buon Silvio, e al processo di normalizzazione del fascismo compiuto in 30 anni di berlusconismo, ho ripescato una dichiarazione inequivocabile ed imparziale in materia: quella del diretto interessato (qui il video).



Euron Gioiagrigia
Confratello
Utente
8950 messaggi
Euron Gioiagrigia
Confratello



Utente
8950 messaggi
Inviato il 16 giugno 2023 18:06
3 ore fa, rhaegar84 ha scritto:

poi degli italiani che se non votano loro sono ignoranti, evasori e puttanieri. ormai sono schiavi della loro "ideologia". i bravi e moralmente irreprensibili (ovviamente a detta loro). e per una volta che avete uno che può farvi vincere, malgrado sia anche lui un personaggio discutibile (ovviamente parlo di Renzi), cosa fate? lo sostenete per stravincere, viste le europee?no. anzi i soliti vecchi partono a fargli un opposizione assurda pur di farlo fuori. e poi vi lamentante se adesso governa la destra. un acume politico fantastico. e c'è ancora gente che pende dalla labbra di Bersani...che è riuscito a non vincere le elezioni del post 2011 e spread vari. genio!

 

Perché così la sinistra può continuare a riciclarsi come il fronte migliore o "meno peggio", senza intraprendere un serio processo di miglioramento. Il PD tira a campare dalla sua nascita, e i risultati sono sotto gli occhi di tutti.

 

1 ora fa, joramun ha scritto:

Io invece proprio non capisco ad un elettore autodichiaratosi di destra o di centro "moderato" e "liberale" cosa gliene possa fregare di cosa è e cosa fa la sinistra, e come possa pretendere di tracciare lui un percorso di cosa la sinistra debba essere, visto che partendo da valori di destra finirà per disegnarsi "la sinistra" come piacerebbe a lui.

Una sinistra che piace ad un elettore berlusconiano o renziano o calendiano non è la sinistra, è un'altra cosa.

 

Strano ragionamento per uno che parla male della parte politica che disprezza ogni volta che può.


L
Lyra Stark
Confratello
Utente
14107 messaggi
Lyra Stark
Confratello

L

Utente
14107 messaggi
Inviato il 16 giugno 2023 18:20
3 ore fa, rhaegar84 ha scritto:

@Phoenix beh ok il berlusca...ma nn mi sembra che in europa negli ultimi 15 anni si siano visti grandi statisti...anzi...tolta la merkel.

penso infatti che il dramma dell'occidente è di non avere più una classe politica dignitosa almeno. a prescindere dal partito. e questo lo si vede da come l'europa sia sempre a comando di qualcuno. quindi direi che il problema non è solo nostro, ma è proprio un problema dell'occidente.

@Mar guardando la sinistra da esterno non riesco a capire come sia possibile che mai, e dico mai, in 20 anni, non abbia fatto un processo di autocritica. sempre colpa degli altri. Berlusconi in primis che sostanzialmente gli serviva. poi degli italiani che se non votano loro sono ignoranti, evasori e puttanieri. ormai sono schiavi della loro "ideologia". i bravi e moralmente irreprensibili (ovviamente a detta loro). e per una volta che avete uno che può farvi vincere, malgrado sia anche lui un personaggio discutibile (ovviamente parlo di Renzi), cosa fate? lo sostenete per stravincere, viste le europee?no. anzi i soliti vecchi partono a fargli un opposizione assurda pur di farlo fuori. e poi vi lamentante se adesso governa la destra. un acume politico fantastico. e c'è ancora gente che pende dalla labbra di Bersani...che è riuscito a non vincere le elezioni del post 2011 e spread vari. genio!

Dopo 25 ore di applausi, per il semplice motivo che è più facile vedere i difetti degli altri che i propri e che, sottolineando le varie genialate compiute negli anni dai mastermind del PD, a questi ultimi sarebbe difficile mantenere la seggiolina. Perché anche a Sinistra è quella che conta, l'ho visto declinato in chiave locale anche alle ultime elezioni. E infatti hanno perso il Comune.


E' sempre un dispiacere che quando tutti i lupi dovrebbero sollevarsi, un posto possa rimanere vuoto.

 

A man might befriend a wolf, even break a wolf, but no man could truly tame a wolf.

 

When the snows fall and the white winds blow,

the lone wolf dies, but the pack survives

 

Stark è grigio e Greyjoy è nero

Ma sembra che il vento sia in entrambi

 
 
What do they say of Robb Stark in the North?
They call him The Young Wolf
They say he can't be killed...
 
A thousand years before the Conquest, a promise was made, and oaths were sworn in the Wolf's Den before the old gods and the new. When we were sore beset and friendless, hounded from our homes and in peril of our lives, the wolves took us in and nourished us and protected us against our enemies. The city is built upon the land they gave us. In return we swore that we should always be their men. Stark men!

 

 
P
Phoenix
Utente
1126 messaggi
Phoenix


P

Utente
1126 messaggi
Inviato il 16 giugno 2023 18:41

Boh ragazzi, forse non mi avete capito. A me fa vomitare la sinistra italiana, ancor di più quell'accrocchio indecente del PD (se si può chiamare sinistra) che dovrebbe semplicemente sparire. Questo non mi impedisce però di definire Berlusconi per quello che era, uno che ha fatto della politica di me**a (sulla questione imprenditoria non ne so abbastanza) e sinceramente sono anche stufa di sentire, a maggior ragione nell'ultima settimana, da una parte l'incremento mitologico della 'grandeur nel bene e nel male', e dall'altra il giustificazionismo 'eh, ma la sinistra' 'eh, ma l'Occidente' 'eh, ma l'impoverimento culturale'. Pilvio ha alzato l'asticella dell'inaccettabilità con piena facoltà cognitiva per farsi i ca**i suoi, anzi, l'ha istituzionalizzata, almeno questo riusciamo ad ammetterlo? 

Modificato il 16 June 2023 18:06


joramun
Confratello
Utente
6277 messaggi
joramun
Confratello



Utente
6277 messaggi
Inviato il 16 giugno 2023 18:49
30 minuti fa, Euron Gioiagrigia ha scritto:

Strano ragionamento per uno che parla male della parte politica che disprezza ogni volta che può.

 

Ed esattamente dov'è che avrei scritto mai da qualche parte in questo forum "vorrei tanto una destra così e cosà"?

Sono perfettamente consapevole che se mi mettessi a scrivere "vorrei una destra non conservatrice, aperta sui diritti delle minoranze, accogliente sugli immigrati, non ispirata ad un modello di società smaccatamente anglosassone" sarebbe assolutamente ridicolo perchè starei chiedendo alla destra di essere una cosa che NON è la destra. Vale lo stesso al contrario.

 

4 minuti fa, Phoenix ha scritto:

sinceramente sono anche stufa di sentire, a maggior ragione nell'ultima settimana, da una parte l'incremento mitologico della 'grandeur nel bene e nel male', e dall'altra il giustificazionismo 'eh, ma la sinistra' 'eh, ma l'Occidente' 'eh, ma l'impoverimento culturale'.

 

Ha tutto un suo scopo. Tipo quello di poter permettere a qualcuno di dire  (non ricordo se fosse su Rai2 o Rete4, ma ormai per quel che cambia...) autentiche bestialità tipo "una certa politica italiana deve capire che come è stato inutile l'antiberlusconismo negli ultimi vent'anni, cosi è stato ed è inutile l'antifascismo". SIGH.



Daenys The Dreamer
Utente
726 messaggi
Daenys The Dreamer




Utente
726 messaggi
Inviato il 16 giugno 2023 19:01

"Da dove proviene questa smisurata impazienza per il denaro che fa dell'uomo un delinquente in condizioni che ne spiegherebbero meglio l'inclinazione opposta? A perseguitarli giorno e notte, non è il bisogno, non se la passano poi così male, ma una smisurata impazienza per l'accumularsi  troppo lento del denaro e un piacere altrettanto forte per il denaro accumulato. In tutto ciò, viene però in luce quella libidine di potere che un tempo fu accesa dalla fede di essere in possesso della verità e che aveva nomi così belli da poter credere di essere in buona coscienza disumani".

 

Nietzsche, Aurora e frammenti postumi. 

Pensiero su SB senza connotazione politica.

Non scrivo tutto quello che penso, sennò mi bannano!

Modificato il 17 June 2023 21:06

La lettura è un rapporto con noi stessi e non solo col libro, col nostro mondo interiore attraverso il mondo che il libro ci apre.

Italo Calvino

 

It’s gonna be legend… wait for it… dary!

Challenge accepted!

Barney Stinson

 

The person, be it gentleman or lady, who has not pleasure in a good novel, must be intolerably stupid.

Jane Austen

 

Le piccole cose hanno la loro importanza: é sempre per le piccole cose che ci si perde.

Fëdor Michajlovič Dostoevskij

 

Bien sûr je te ferai mal. Bien sûr tu me feras mal. Bien sûr nous aurons mal. Mais ça c’est la condition de l’existence. Se faire printemps, c’est prendre le risque de l’hiver. Se faire présent, c’est prendre le risque de l’absence.

Antoine de Saint-Exupéry

 

C’é una vergogna positiva, che prima di aprire bocca ti fa chiedere se hai veramente titolo per dire quello che stai per dire. É la grande assente di questo secolo.

Zerocalcare

 

Ogni persona che passa nella nostra vita è unica. Sempre lascia un po’ di sé e si porta via un po’ di noi. Ci sarà chi si é portato via molto, ma non ci sarà mai chi non avrà lasciato nulla. Questa é la più grande responsabilità della nostra vita e la prova evidente che due anime non si incontrano per caso.

Jorge Luis Borges

V
Vendrick
Utente
251 messaggi
Vendrick


V

Utente
251 messaggi
Inviato il 16 giugno 2023 19:33

Una persona di un certo spessore, che ha ricoperto la carica di Presidente del Consiglio, è Mario Draghi. 

Se non ci fosse stata la guerra, Putin avrebbe sicuramente partecipato, quando il russo gli faceva visita ad Arcore, Silvio gli metteva a disposizione il letto con le tende



Euron Gioiagrigia
Confratello
Utente
8950 messaggi
Euron Gioiagrigia
Confratello



Utente
8950 messaggi
Inviato il 16 giugno 2023 22:12
3 ore fa, joramun ha scritto:

Sono perfettamente consapevole che se mi mettessi a scrivere "vorrei una destra non conservatrice, aperta sui diritti delle minoranze, accogliente sugli immigrati, non ispirata ad un modello di società smaccatamente anglosassone" sarebbe assolutamente ridicolo perchè starei chiedendo alla destra di essere una cosa che NON è la destra. Vale lo stesso al contrario.

 

E vabbè, ce ne faremo una ragione.



osservatore dal nord
Confratello
Utente
2795 messaggi
osservatore dal nord
Confratello



Utente
2795 messaggi
Inviato il 16 giugno 2023 22:57
7 ore fa, rhaegar84 ha scritto:

il berlusca...ma nn mi sembra che in europa negli ultimi 15 anni si siano visti grandi statisti...anzi...tolta la merkel.

penso infatti che il dramma dell'occidente è di non avere più una classe politica dignitosa almeno. a prescindere dal partito. e questo lo si vede da come l'europa sia sempre a comando di qualcuno. quindi direi che il problema non è solo nostro, ma è proprio un problema dell'occidente.

La Merkel non è più considerata da molti una buona statista da quando è iniziata la guerra.  Basti vedere come la Germania è caduta dalle nuvole allo scoppio della guerra e dopo 16 mesi non dà segni di sapersi rialzare. Dopotutto come poteva andare diversamente ? La storia è finita, strategia e futuro sono parole superflue. Il politico ideale è uno  tranquillo al limite della noia che deve solo garantire che il PIL cresca dell'1% all'anno. Al massimo si accetta qualche politico buontempone che sia bravo nel marketing elettorale. Figuriamoci, in una situazione del genere, azzardarsi a pensare a guerre,  all'utilità del nucleare per una transizione verde non ideologica o agli stipendi troppo bassi.

 

Comunque queste ultime pagine sono proprio ciò che speravo di leggere. Mi ero sempre chiesto cosa sarebbe successo alla morte di un personaggio divisivo come il vecchio smandi ( citazione necessaria a Crozza) e i media tradizionali sono stati fin troppo tranquilli. 

Avendo conosciuto solo l'ultimo Silvio, molte delle sue azioni più dibattute non le ho trovate mai spiegate  in dettaglio, forse dando per scontato che fossero cronaca viva per la maggioranza dei destinatari delle informazioni 

 

 



Euron Gioiagrigia
Confratello
Utente
8950 messaggi
Euron Gioiagrigia
Confratello



Utente
8950 messaggi
Inviato il 17 giugno 2023 9:36
12 ore fa, osservatore dal nord ha scritto:

Dopotutto come poteva andare diversamente ? La storia è finita, strategia e futuro sono parole superflue. Il politico ideale è uno  tranquillo al limite della noia che deve solo garantire che il PIL cresca dell'1% all'anno. Al massimo si accetta qualche politico buontempone che sia bravo nel marketing elettorale. Figuriamoci, in una situazione del genere, azzardarsi a pensare a guerre,  all'utilità del nucleare per una transizione verde non ideologica o agli stipendi troppo bassi.

 

Purtroppo la storia non è affatto finita e Fukuyama non avrà mai l'onestà intellettuale di dire di essersi sbagliato, ma per il resto la tua descrizione è grosso modo giusta, soprattutto per quanto riguarda le nuvoe "priorità" della classe politica. Negli anni Settanta qui in Italia si pensava a cose come welfare, sviluppo industriale, riorganizzazione amministrativa e cercare di comportarsi in Europa da protagonisti e non da ospiti soprattutto in virtù del fatto che ne siamo stati tra i fondatori. Ovviamente le riforme dell'epoca erano fatte a metà e non hanno prodotto i risultati sperati per non parlare dell'aumento vertiginoso di deficit e PIL, ma oggi non le si pensa neanche e si tira a campare, sperando che le cose ci vadano bene sempre e comunque. Se ci fosse un nuovo crack finanzionario legato al sistema bancario torneremmo di nuovo alla combo 2008-2011: il fatto che negli ultimi mesi, a seguito del crollo di alcune banche, Biden e Powell continuassero a ripetere "il sistema bancario è solido" è la controprova evidente che la situazione è critica e che tutto il castello di carte si regge sulla fiducia.

In questo scenario, l'Italia è in una posizione drammatica a causa dei nostri decennali (anzi, secolari) problemi economici e sociali.

Modificato il 17 June 2023 11:06


Frank Stark
Utente
190 messaggi
Frank Stark




Utente
190 messaggi
Inviato il 17 giugno 2023 11:04
17 ore fa, joramun ha scritto:

Io invece proprio non capisco ad un elettore autodichiaratosi di destra o di centro "moderato" e "liberale" cosa gliene possa fregare di cosa è e cosa fa la sinistra, e come possa pretendere di tracciare lui un percorso di cosa la sinistra debba essere, visto che partendo da valori di destra finirà per disegnarsi "la sinistra" come piacerebbe a lui.

Una sinistra che piace ad un elettore berlusconiano o renziano o calendiano non è la sinistra, è un'altra cosa.

In realtà una persona, proprio perché democratica, dovrebbe saper apprezzare le idee di un'altra persona anche se queste non rientrano nella sua visione (volendo che le proprie prevalgano, si, ma rispettando quelle altrui), quindi si, uno di destra può esprimere un'idea su un suo "avversario ideale". 

Io non vorrei confrontarmi su una sinistra che da quando mi interesso di politica si definisce come "l'anti questo", preferirei una sinistra con un'idea da proporre agli elettori, di ispirazione socialista-social democratica (ideologie con cui io non mi ritrovo). Alla fine il processo di miglioramento della democrazia passa anche da questo.

11 ore fa, osservatore dal nord ha scritto:

La Merkel non è più considerata da molti una buona statista da quando è iniziata la guerra.  Basti vedere come la Germania è caduta dalle nuvole allo scoppio della guerra e dopo 16 mesi non dà segni di sapersi rialzare.

Su questo si potrebbe questionare, anche solo l'aver trovato una quadra generale sul trattato di Lisbona è un suo enorme punto a favore. 

1 ora fa, Euron Gioiagrigia ha scritto:

Negli anni Settanta qui in Italia si pensava a cose come welfare, sviluppo industriale, riorganizzazione amministrativa e cercare di comportarsi in Europa da protagonisti e non da ospiti soprattutto in virtù del fatto che ne siamo stati tra i fondatori. Ovviamente le riforme dell'epoca erano fatte a metà e non hanno prodotto i risultati sperati per non parlare dell'aumento vertiginoso di deficit e PIL, ma oggi non le si pensa neanche e si tira a campare, sperando che le cose ci vadano bene sempre e comunque

Purtroppo tutte queste idee non sono mai state portate avanti con convinzione per mille fattori interni ed esterni al governo. Se ci fossimo aperti anche ad un'alternanza farlocca (5 anni governo DC-PLI-PRI, 5 anni DC-PSI-PDSI, organizzandosi in base alle risposte dell'elettorato se proprio si voleva fare sta baracconata) si sarebbe potuto dare un senso concreto a queste politiche e non ci saremmo ridotti a dover mettere d'accordo tutti non facendo il bene di nessuno, portando il debito in 15 anni dal 60% al 120% e rischiando ogni qual volta c'è una piccola crisi di dover chiamare un governo tecnico (Dini, Ciampi, Monti, Draghi,...).



Euron Gioiagrigia
Confratello
Utente
8950 messaggi
Euron Gioiagrigia
Confratello



Utente
8950 messaggi
Inviato il 17 giugno 2023 12:06
4 ore fa, Frank Stark ha scritto:

Purtroppo tutte queste idee non sono mai state portate avanti con convinzione per mille fattori interni ed esterni al governo. Se ci fossimo aperti anche ad un'alternanza farlocca (5 anni governo DC-PLI-PRI, 5 anni DC-PSI-PDSI, organizzandosi in base alle risposte dell'elettorato se proprio si voleva fare sta baracconata) si sarebbe potuto dare un senso concreto a queste politiche e non ci saremmo ridotti a dover mettere d'accordo tutti non facendo il bene di nessuno, portando il debito in 15 anni dal 60% al 120% e rischiando ogni qual volta c'è una piccola crisi di dover chiamare un governo tecnico (Dini, Ciampi, Monti, Draghi,...).

 

Se c'è una cosa che caratterizza il nostro debosciato Paese, è il ricorso alle mancette e ai bonus per rincorrere il cosiddetto voto di scambio. Lo stesso RdC è stato in gran parte questo, e anche l'unico motivo per cui il M5S non è crollato alle ultime politiche come sarebbe stato logico e desiderabile. La tradizione è però per l'appunto antica e collaudata, dovuta anche ad un sistema valoriale secolarmente deficitario e ad una mancanza di anticorpi sociali già notata da Manzoni e Leopardi. Di sicuro le tossine post 1968, tra cui l'egualitarismo lavorativo e stipendiale a tutti i costi, la meritocrazia vista come una cosa brutta e lo sbragamento nel campo dei diritti ("voglio, quindi me lo devi dare sennò sei fascista") hanno peggiorato molte cose. Pietro Nenni diceva che il socialismo consisteva nel portare avanti chi era rimasto indietro. Ora invece sta accadendo l'opposto: portare indietro chi è troppo avanti, altrimenti quello dietro si offende.

Modificato il 17 June 2023 15:06


joramun
Confratello
Utente
6277 messaggi
joramun
Confratello



Utente
6277 messaggi
Inviato il 17 giugno 2023 16:19
3 ore fa, Euron Gioiagrigia ha scritto:

Di sicuro le tossine post 1968, tra cui l'egualitarismo lavorativo e stipendiale a tutti i costi, la meritocrazia vista come una cosa brutta e lo sbragamento nel campo dei diritti ("voglio, quindi me lo devi dare sennò sei fascista") hanno peggiorato molte cose.

 

Di fronte a queste affermazioni  (sul cui merito non entro perchè anche basta) è singolare notare come si accusi sempre e solo una specifica parte di essere "ideologica". Perchè per dare colpe alla "rivoluzione sessantottina" dopo che in mezzo sono passati oltre cinquant'anni e una abbondante "restaurazione" Reaganian-Tatcheriana non si può essere altro che ideologici.

 

4 ore fa, Euron Gioiagrigia ha scritto:

Pietro Nenni diceva che il socialismo consisteva nel portare avanti chi era rimasto indietro. Ora invece sta accadendo l'opposto: portare indietro chi è troppo avanti, altrimenti quello dietro si offende.

 

Ma portare indietro COSA, che sono 40 anni filati (dalla famosa restaurazione Reaganian-Tatcheriana di cui sopra) che il divario tra chi ha di più e chi ha di meno non fa altro che allargarsi sempre di più, sia in Italia che nel resto del mondo? Di cosa stai parlando?

 

5 ore fa, Frank Stark ha scritto:

quindi si, uno di destra può esprimere un'idea su un suo "avversario ideale".

 

Basta essere consapevoli che, per fare a capirci se un leone potesse immaginarsi il concetto di "Dio", quasi certamente lo immaginerebbe con le zanne e la criniera.


Messaggi
1.9k
Creato
3 anni fa
Ultima Risposta
59 minuti fa

MIGLIOR CONTRIBUTO IN QUESTA DISCUSSIONE
L
Lyra Stark
426 messaggi
joramun
283 messaggi
Euron Gioiagrigia
229 messaggi
M
Menevyn
192 messaggi