Entra Registrati
La politica del Bel Paese
I di Il Lord
creato il 15 gennaio 2021


joramun
Confratello
Utente
6277 messaggi
joramun
Confratello



Utente
6277 messaggi
Inviato il 13 giugno 2023 17:16

Mi limiterò a commentare la notizia con le parole che Richard Stallman (figura centrale del mondo dell'informatica e tra i fondatori del progetto Linux) pronunciò all'indomani della scomparsa di Steve Jobs:

 

"Non sono contento che sia morto, ma mi fa piacere che non ci sia più".

 

Aggiungo solo una cosa sulla solita e trita frase fatta del "sarà la Storia a giudicarlo" che in queste ore riciccia fuori peggio della muffa in cantina e che è una fregnaccia come spesso accade alla frasi fatte. Marc Bloch (uno dei più grandi storici dell'epoca moderna, diceva che nessuna generazione, nemmeno quella dei contemporanei, deve o può esimersi dall'esprimere un giudizio su un fatto o un personaggio storico. Vorrebbe dire sottrarsi alle proprie responsabilità di fronte alla Storia.


L
Lyra Stark
Confratello
Utente
14107 messaggi
Lyra Stark
Confratello

L

Utente
14107 messaggi
Inviato il 13 giugno 2023 18:56

Per carità, è lecito farlo. Magari si può attendere qualche giorno però, quantomeno che sia stato fatto il funerale.

Perché non bisogna confondere la libertà di opinione con il cattivo gusto. 

Poi come dice Gioiagrigia ricordiamoci sempre che non è mai responsabilità di uno solo. Uno solo, da solo, fa ben poco. 

Modificato il 13 June 2023 20:06

E' sempre un dispiacere che quando tutti i lupi dovrebbero sollevarsi, un posto possa rimanere vuoto.

 

A man might befriend a wolf, even break a wolf, but no man could truly tame a wolf.

 

When the snows fall and the white winds blow,

the lone wolf dies, but the pack survives

 

Stark è grigio e Greyjoy è nero

Ma sembra che il vento sia in entrambi

 
 
What do they say of Robb Stark in the North?
They call him The Young Wolf
They say he can't be killed...
 
A thousand years before the Conquest, a promise was made, and oaths were sworn in the Wolf's Den before the old gods and the new. When we were sore beset and friendless, hounded from our homes and in peril of our lives, the wolves took us in and nourished us and protected us against our enemies. The city is built upon the land they gave us. In return we swore that we should always be their men. Stark men!

 

 

Mar
Confratello
Utente
1164 messaggi
Mar
Confratello



Utente
1164 messaggi
Inviato il 13 giugno 2023 19:42
12 ore fa, Euron Gioiagrigia ha scritto:

Ogni nazione ha i leader che si merita.

 

15 minuti fa, Lyra Stark ha scritto:

Poi come di Gioiagrigia ricordiamoci sempre che non è mai responsabilità di uno solo. Uno solo, da solo, fa ben poco. 

 

 

Vi applaudo virtualmente.

 

Se oltre ai giudizi, che possono pure andar bene ma sono pur sempre opinabili e parziali come tutte le cose umane, ci fossero anche analisi fattuali provenienti da certi pulpiti, forse gli ultimi trent'anni non sarebbero stati del tutto sprecati. Ad occhio siamo anni luce dal trarne qualsivoglia lezione.

 

 

Di sicuro nel caso di B. si può già dire che ha fatto la Storia in tutti e tre i principali campi delle attività umane cui si sia dedicato. Per quel che concerne specificamente la politica, banalmente, è stato un uomo già precedentemente ricco e potente, che il potere politico lo ha voluto per curare i suoi interessi, lo ha cercato, lo ha ottenuto, lo ha usato in combinazione con quello economico-mediatico, e nel farlo ci ha messo la sua facciona, senza minimamente trovare dall'altra parte, quella dei buoni e giusti, avversari di pari livello, degni della sua indegnità, che infatti a Berlusconi non hanno mai saputo contrapporre altro che l'antiberlusconismo, l'autorevolezza di figure esterne e o super partes rispetto alla loro cricca, il moralismo bigotto e naturalmente la speranza nella giustizia processuale. Solo non gli è riuscita la riforma, per fortuna, e di sedere al Quirinale. Non lui, ma i suoi imbelli avversari se lo sarebbero meritato, altro che sospiri di sollievo e difesa cieca del sistema.

 

A proposito di memoria collettiva, il contributo che mi sento di dare io (ne approfitto ovviamente per ricollegarmi ai discorsi precedenti che più mi stanno a cuore) è ricordare che senza crollo della Prima Repubblica non c'è discesa in campo di Berlusconi. E se la Prima Repubblica è sistema funzionale e funzionante, semplicemente non crolla, come non è crollata nel resto del mondo occidentale. Ricordo poi che la clamorosa vittoria del '94, con l'impresa geniale della doppia coalizione separata fatta col partito dell'antimafia e col partito dell'anticorruzione, è resa possibile dal sistema elettorale nuovo di zecca, sistema ideato e messo nero su bianco senza alcun ruolo di B. Come non ricordare poi che quella prima vittoria si concluse in realtà con un nulla di fatto? Che tra la discesa in campo del Cav. e la vera definitiva conquista del potere politico passarono molti anni, più precisamente un'intera legislatura di centrosinistra precedente a quella di centrodestra? Cinque lunghi anni in cui D'Alema & co fallirono nel progetto costituzionale e quel che forse è anche peggio, si guardarono bene dal perfezionare il sistema elettorale, rifiutandosi di recepire le indicazioni del referendum del '99. Come non ricordare che fu il centrosinistra e non il centrodestra a beneficiare nel 2006 della nuovissima legge elettorale berlusconiana, ancora una volta ben guardandosi dal toccare legge e costituzione nonostante l'invito presidenziale, e che furono i comunisti di Bertinotti a far naufragare precocemente governo (come già dieci anni prima) e questa seconda volta persino legislatura, consegnando nuovamente il potere al Berlusca. Da allora è passato un decennio senza più Silvio sulla cresta dell'onda, e nuovamente il centrosinistra ha avuto il suo lungo turno al potere, pure nella versione antiberlusconiana 2.0 dei 5S. Tutti abbiamo visto com'è andata. Non c'è il beneficio del "non sa, non risponde". Lo spauracchio è venuto meno. "Al lupo, al lupo" non ha più funzionato. Oltre alla sguaiata incapacità politica dei suoi rivali (mi viene in mente la parabola dei D'Alema, Di Pietro, Bersani, Grillo &co), col tempo anche i suoi grandi censori mediatici hanno avuto un declino brutale, penso ai Santoro e i Travaglio. Curioso peraltro che i più acerrimi nemici del B. abbiano invece così tante amicizie e simpatie comuni, avete presente Putin e la Russia da un lato, i Monti e Bruxelles dall'altro. Curioso solo se si guarda la politica con i paraocchi intendo.
 

 

Cosa resta, come concludere? La mia personale considerazione finale è che la fortuna di Berlusconi (e del "centrodestra") sia stata, è e temo sarà, quella di avere come diretti avversari politici dei giocatori del tutto incapaci di stare al mondo, inteso come mondo libero e democratico, uomini che tutto sanno di partito e nulla di Stato, restii alla responsabilità e alla trasparenza, campioni di reazione ma incapaci di azione, più che disposti a giocare con regole sporche e perdere, purchè sedendosi dalla parte della ragione.

 

 

 

 


P.S. Manco a farlo apposta è morta pure la moglie di Prodi


"It may be a reflection on human nature, that such devices should be necessary to control the abuses of government. But what is government itself, but the greatest of all reflections on human nature? If men were angels, no government would be necessary. If angels were to govern men, neither external nor internal controls on government would be necessary. In framing a government which is to be administered by men over men, the great difficulty lies in this: you must first enable the government to control the governed; and in the next place oblige it to control itself".

Federalist No. 51, The Structure of the Government Must Furnish the Proper Checks and Balances Between the Different Departments, in The Federalist Papers, a collection of essays written in favour of the new Constitution as agreed upon by the Federal Convention, September 17, 1787

Alexander Hamilton, James Madison, John Jay

P
Phoenix
Utente
1126 messaggi
Phoenix


P

Utente
1126 messaggi
Inviato il 13 giugno 2023 19:47

Non sono avezza a festeggiare la morte, perché umanamente è un passaggio doloroso per chi rimane, che sia famigliare, amico o leccapiedi di turno. 

Però mi domando, se non si può responsabilizzare un politico neanche da morto (e ok la tempistica e la locazione del cadavere) allora quando? Proprio lui che del cattivo gusto era portabandiera? 


L
Lyra Stark
Confratello
Utente
14107 messaggi
Lyra Stark
Confratello

L

Utente
14107 messaggi
Inviato il 13 giugno 2023 20:43

Nessuno ha detto che non si può fare, io ho scritto di attendere almeno almeno che sia passato il funerale o qualche giorno in più. Ma questo naturalmente è un punto di vista mio.

Per quanto riguarda la responsabilità nessuno dice che non ne abbia, ma non fu lui da solo la causa di tante magagne. Magari, allora sarebbe facile mettere le cose a posto.


E' sempre un dispiacere che quando tutti i lupi dovrebbero sollevarsi, un posto possa rimanere vuoto.

 

A man might befriend a wolf, even break a wolf, but no man could truly tame a wolf.

 

When the snows fall and the white winds blow,

the lone wolf dies, but the pack survives

 

Stark è grigio e Greyjoy è nero

Ma sembra che il vento sia in entrambi

 
 
What do they say of Robb Stark in the North?
They call him The Young Wolf
They say he can't be killed...
 
A thousand years before the Conquest, a promise was made, and oaths were sworn in the Wolf's Den before the old gods and the new. When we were sore beset and friendless, hounded from our homes and in peril of our lives, the wolves took us in and nourished us and protected us against our enemies. The city is built upon the land they gave us. In return we swore that we should always be their men. Stark men!

 

 

Euron Gioiagrigia
Confratello
Utente
8950 messaggi
Euron Gioiagrigia
Confratello



Utente
8950 messaggi
Inviato il 13 giugno 2023 21:37
13 ore fa, Lyra Stark ha scritto:

Per quanto riguarda la responsabilità nessuno dice che non ne abbia, ma non fu lui da solo la causa di tante magagne. Magari, allora sarebbe facile mettere le cose a posto.

 

No, è vero. Tuttavia l'imbarbarimento culturale e politico, già in essere all'interno del nostro disgraziato Paese, hanno subito una forte accelerazione con le esperienze politiche e televisive berlusconiane. Di questo però gli italiani devono biasimare solo loro stessi. La fascinazione morbosa per "l'uomo forte", la personalità di polso che avrebbe rimesso a posto il Paese dopo i festini degli anni Ottanta e la dieta forzata degli anni Novanta (dovuta solo e unicamente ai "potery forty" e ai "tecnocrati di Bruxelles", ovviamente) era forte e purtroppo, considerando quanto visto nelle ultime due politiche, non è ancora terminata.

Modificato il 14 June 2023 10:06


joramun
Confratello
Utente
6277 messaggi
joramun
Confratello



Utente
6277 messaggi
Inviato il 13 giugno 2023 22:25
3 ore fa, Lyra Stark ha scritto:

Poi come dice Gioiagrigia ricordiamoci sempre che non è mai responsabilità di uno solo. Uno solo, da solo, fa ben poco.

 

Purchè questo non sia l'anticamera del "tutti colpevoli, nessun colpevole". Determinati periodi storici non hanno mai un solo padre, ma di sicuro se sei il proprietario di 3 televisioni (che per diversi anni, quando Berlusconi era al governo, in Italia equivaleva a controllare 5 canali televisivi e mezzo su 6), a capo di un impero economico con le mani in pasta dappertutto, e oltre a questo pure leader politico centrale nella vita della seconda repubblica...ecco diciamo che nell'aver determinato quel periodo storico non hai proprio le stesse responsabilità del sottosegretario Pincopallo che le stanze dei bottoni le ha viste per 3 mesi.

 

2 ore fa, Mar ha scritto:

Curioso peraltro che i più acerrimi nemici del B. abbiano invece così tante amicizie e simpatie comuni, avete presente Putin e la Russia da un lato, i Monti e Bruxelles dall'altro.

 

Assolutamente. Davvero molto curiosa una tale corrispondenza tra chi ha la bandierina ucraina nell'immagine del profilo ed oggi si spella le mani a lodare Silvio "gigante nel bene e nel male", dimenticandosi il suo essere pappa e ciccia con Putin.



Mar
Confratello
Utente
1164 messaggi
Mar
Confratello



Utente
1164 messaggi
Inviato il 14 giugno 2023 0:31
1 ora fa, joramun ha scritto:
4 ore fa, Mar ha scritto:

Curioso peraltro che i più acerrimi nemici del B. abbiano invece così tante amicizie e simpatie comuni, avete presente Putin e la Russia da un lato, i Monti e Bruxelles dall'altro.

 

Assolutamente. Davvero molto curiosa una tale corrispondenza tra chi ha la bandierina ucraina nell'immagine del profilo ed oggi si spella le mani a lodare Silvio "gigante nel bene e nel male", dimenticandosi il suo essere pappa e ciccia con Putin.

 

Io ho letteralmente citato per nome i massimi leader politici e giornalistici, non ho invece idea tu a chi stai facendo riferimento, anonimi utenti di twitter? Mi sfugge poi il senso dell'intervento, è un modo per sminuire l'Ucraina ? Dobbiamo smetterla di inviare armi ai nazisti? I russi hanno le loro ragioni? Non capisco :unsure:.

 

 

Se la guerra in ucraina è argomento urticante, posso sempre riformulare:

 

"Curioso peraltro che i maggiori avversari di B. siano stati i grandi leader politici conservatori in UE, e gli ex democristiani, banchieri ed economisti in ita".

La creme de la creme de la destr, direst tu, no? Bonne nuit.


"It may be a reflection on human nature, that such devices should be necessary to control the abuses of government. But what is government itself, but the greatest of all reflections on human nature? If men were angels, no government would be necessary. If angels were to govern men, neither external nor internal controls on government would be necessary. In framing a government which is to be administered by men over men, the great difficulty lies in this: you must first enable the government to control the governed; and in the next place oblige it to control itself".

Federalist No. 51, The Structure of the Government Must Furnish the Proper Checks and Balances Between the Different Departments, in The Federalist Papers, a collection of essays written in favour of the new Constitution as agreed upon by the Federal Convention, September 17, 1787

Alexander Hamilton, James Madison, John Jay

L
Lyra Stark
Confratello
Utente
14107 messaggi
Lyra Stark
Confratello

L

Utente
14107 messaggi
Inviato il 14 giugno 2023 9:19
10 ore fa, joramun ha scritto:

Purchè questo non sia l'anticamera del "tutti colpevoli, nessun colpevole".

Ah no ti assicuro che per me è ben chiara la responsabilità di ognuno. Nemmeno però deve valere il comodo un unico colpevole o pochi colpevoli laddove le responsabilità sono molte: di chi ha partecipato a certe schifezze e poi pontifica come se niente fosse o di chi sapeva e non ha fatto niente.

Mar ha spiegato bene che "l'impero del male" non si è costruito da solo, è stata la cecità altrui a permettergli di proliferare o, perché no, la connivenza o l'incapacità, comunque nessuna qualità positiva.

11 ore fa, Euron Gioiagrigia ha scritto:

Di questo però gli italiani devono biasimare solo loro stessi. La fascinazione morboso per "l'uomo forte", la personalità di polso che avrebbe rimesso a posto il Paese dopo i festini degli anni Ottanta e la dieta forzata degli anni Novanta (dovuta solo e unicamente ai "potery forty" e ai "tecnocrati di Bruxelles", ovviamente) era forte e purtroppo, considerando quanto visto nelle ultime due politiche, non è ancora terminata.

Difatti, purtroppo è un problema che il nostro paese si porta appresso da parecchio tempo e le cause sono molteplici.


E' sempre un dispiacere che quando tutti i lupi dovrebbero sollevarsi, un posto possa rimanere vuoto.

 

A man might befriend a wolf, even break a wolf, but no man could truly tame a wolf.

 

When the snows fall and the white winds blow,

the lone wolf dies, but the pack survives

 

Stark è grigio e Greyjoy è nero

Ma sembra che il vento sia in entrambi

 
 
What do they say of Robb Stark in the North?
They call him The Young Wolf
They say he can't be killed...
 
A thousand years before the Conquest, a promise was made, and oaths were sworn in the Wolf's Den before the old gods and the new. When we were sore beset and friendless, hounded from our homes and in peril of our lives, the wolves took us in and nourished us and protected us against our enemies. The city is built upon the land they gave us. In return we swore that we should always be their men. Stark men!

 

 

Euron Gioiagrigia
Confratello
Utente
8950 messaggi
Euron Gioiagrigia
Confratello



Utente
8950 messaggi
Inviato il 14 giugno 2023 10:06
9 ore fa, Mar ha scritto:

Io ho letteralmente citato per nome i massimi leader politici e giornalistici, non ho invece idea tu a chi stai facendo riferimento, anonimi utenti di twitter? Mi sfugge poi il senso dell'intervento, è un modo per sminuire l'Ucraina ? Dobbiamo smetterla di inviare armi ai nazisti? I russi hanno le loro ragioni? Non capisco :unsure:.

 

Credo si riferisse ai vari parlamentari e simpatizzanti di FI che ora si sono riciclati come europeisti, atlantisti e filoucraini facendo finta di dimenticare che i rapporti tra Berlusconi e lo zar erano piuttosto stretti. In realtà con Putin ad un certo punto tutte le forze politiche volevano andare d'accordo in maniera più o meno esplicita, ma di sicuro la simpatia reciproca tra Silvio e lo zar era emblematica (vedasi mio discorso sul bisogno degli italiani per "l'uomo forte"). La guerra ha chiaramente fatto venire alla luce il classico elefante nella stanza, che ora si cerca di nascondere.

Modificato il 14 June 2023 10:06

L
Lyra Stark
Confratello
Utente
14107 messaggi
Lyra Stark
Confratello

L

Utente
14107 messaggi
Inviato il 14 giugno 2023 10:31

Suvvia, anche Di Battista è un simpatizzante dei Russi, come parte dei 5stelli, e non dimentichiamoci la Via della Seta, accordo siglato con la Cina, che non ho voluto nè firmato io. Insomma quei 5 stelli che sono sempre quelli con cui Elly Schlein smania per fare l'alleanza, anzi il motivo per cui è stata tirata fuori dal cilindro, ma ancora meglio direi quelli che l'hanno proprio eletta segretario del PD dopo che gli iscritti avevano votato altri. 


E' sempre un dispiacere che quando tutti i lupi dovrebbero sollevarsi, un posto possa rimanere vuoto.

 

A man might befriend a wolf, even break a wolf, but no man could truly tame a wolf.

 

When the snows fall and the white winds blow,

the lone wolf dies, but the pack survives

 

Stark è grigio e Greyjoy è nero

Ma sembra che il vento sia in entrambi

 
 
What do they say of Robb Stark in the North?
They call him The Young Wolf
They say he can't be killed...
 
A thousand years before the Conquest, a promise was made, and oaths were sworn in the Wolf's Den before the old gods and the new. When we were sore beset and friendless, hounded from our homes and in peril of our lives, the wolves took us in and nourished us and protected us against our enemies. The city is built upon the land they gave us. In return we swore that we should always be their men. Stark men!

 

 

Frank Stark
Utente
190 messaggi
Frank Stark




Utente
190 messaggi
Inviato il 14 giugno 2023 10:46

Berlusconi, sicuramente aiutato da l'incapacità cronica di centro e centrosinistra (eccetto di Prodi), ha avuto la possibilità di fare tante cose che avrebbero perlomeno provato a migliorare il paese (o quantomeno cambiare dei sistemi che non funzionavano): la rivoluzione liberale, il federalismo ed il presidenzialismo (che, al di la delle opinioni legittime di ciascuno, erano i cavalli di battaglia che avevano portato consensi al CDX, quindi la gente li voleva) invece ha trascinato l'Italia in un vortice senza fine per fare come hanno sempre fatto i suoi predecessori (per esempio l'aumentare la spesa pubblica poco prima del 2008). In un certo senso è stato lui a snaturare il CSX, costringendoli ad unirsi ai liberali di centro per vincere le elezioni, unito al fatto che da allora i programmi di CSX siano stati "L'Anti Berlusconi-Salvini-Meloni".

Sui rapporti internazionali, nei primi del 2000 Putin non era un nemico, era più un Erdogan, e molti leader europei hanno avuto rapporti amichevoli con lui (un esempio è Merkel). 

Concludo dicendo che spero nasca dalle ceneri di FI e qualche altro partitello un partito liberal popolare che possa imporsi a livello nazionale come fanno partiti simili in Europa


L
Lyra Stark
Confratello
Utente
14107 messaggi
Lyra Stark
Confratello

L

Utente
14107 messaggi
Inviato il 14 giugno 2023 10:54
7 minuti fa, Frank Stark ha scritto:

In un certo senso è stato lui a snaturare il CSX, costringendoli ad unirsi ai liberali di centro per vincere le elezioni

ma va, è un fenomeno politico che si manifesta da dopo l'Unità d'Italia.


E' sempre un dispiacere che quando tutti i lupi dovrebbero sollevarsi, un posto possa rimanere vuoto.

 

A man might befriend a wolf, even break a wolf, but no man could truly tame a wolf.

 

When the snows fall and the white winds blow,

the lone wolf dies, but the pack survives

 

Stark è grigio e Greyjoy è nero

Ma sembra che il vento sia in entrambi

 
 
What do they say of Robb Stark in the North?
They call him The Young Wolf
They say he can't be killed...
 
A thousand years before the Conquest, a promise was made, and oaths were sworn in the Wolf's Den before the old gods and the new. When we were sore beset and friendless, hounded from our homes and in peril of our lives, the wolves took us in and nourished us and protected us against our enemies. The city is built upon the land they gave us. In return we swore that we should always be their men. Stark men!

 

 

joramun
Confratello
Utente
6277 messaggi
joramun
Confratello



Utente
6277 messaggi
Inviato il 14 giugno 2023 11:28
30 minuti fa, Frank Stark ha scritto:

In un certo senso è stato lui a snaturare il CSX, costringendoli ad unirsi ai liberali di centro per vincere le elezioni, unito al fatto che da allora i programmi di CSX siano stati "L'Anti Berlusconi-Salvini-Meloni".

 

Quando si dice (a ragione) che l'antiberlusconismo ha devastato la sinistra, bisognerebbe però spiegare meglio che il problema non è che ci si opponesse frontalmente a Berlusconi ma proprio che lo si facesse su una sorta di questione "ad personam", obliquamente, mancando sempre il punto delle questioni o addirittura accodandoglisi.

Per esempio uno degli effetti più perniciosi dell'antiberlusconismo scemo è stata l'accettazione di qualsiasi "rospo" venisse proposto come sua alternativa: Dini, Cossiga, Fini e infine Monti, tutto faceva brodo anche quando erano in realtà spinoff del berlusconismo stesso, al punto che questa cosa è diventata un vero e proprio meme ("la sinistra riparta da [personaggio improponibile]"). Per contro si è assunto come parte della sinistra o affini a quell'area ideologica e di valori, personaggi o partiti che nulla avevano a che fare con la sinistra (si vedano i già citati Travaglio, o gli stessi 5S) e che avevano in comune il solo tratto dell'antiberlusconismo.

Se l'antiberlusconismo avesse significato che tutto ciò che aveva avuto una contingenza di valori, di storia politica, di visione del mondo affine a Berlusconi diventava un tabù, che ogni cosa che vagamente ne ricordasse il portato ideologico veniva respinta con forza, che ogni suo ex alleato era considerato impresentabile, avrebbe anche avuto senso. Ma non fu questo, purtroppo.

 

38 minuti fa, Frank Stark ha scritto:

Sui rapporti internazionali, nei primi del 2000 Putin non era un nemico, era più un Erdogan, e molti leader europei hanno avuto rapporti amichevoli con lui (un esempio è Merkel). 

 

Cosa che infatti in Germania continuano a rinfacciare alla Merkel.


L
Lyra Stark
Confratello
Utente
14107 messaggi
Lyra Stark
Confratello

L

Utente
14107 messaggi
Inviato il 14 giugno 2023 11:54

Per ricollegarmi a quanto afferma Joramun.

Di fronte a tanto acume politico rimango senza parole 

Open: Schlein punta in alto: «Spero di diventare la prima presidente del Consiglio donna, visto che Meloni ha scelto il maschile».
https://www.open.online/2023/06/11/schlein-vs-meloni-presidente-del-consiglio-maschile/

Come perdere di vista il nodo fondamentale della questione: no, il problema non è che la Sinistra inclusiva e attenta ai diritti di tutti si sia fatta fregare DA ANNI, forse decenni ormai, da sotto il naso il primato di aver espresso non dico il primo presidente, ma persino il primo segretario di partito donna, l'occasione insomma di dimostrare che è veramente inclusiva e attenta ai diritti, no il problema è come ci si fa chiamare.

Come vdere la pagliuzza e non la trave, bella grossa pure. Quella poi arriva a noi, forse neppure nell'occhio.


E' sempre un dispiacere che quando tutti i lupi dovrebbero sollevarsi, un posto possa rimanere vuoto.

 

A man might befriend a wolf, even break a wolf, but no man could truly tame a wolf.

 

When the snows fall and the white winds blow,

the lone wolf dies, but the pack survives

 

Stark è grigio e Greyjoy è nero

Ma sembra che il vento sia in entrambi

 
 
What do they say of Robb Stark in the North?
They call him The Young Wolf
They say he can't be killed...
 
A thousand years before the Conquest, a promise was made, and oaths were sworn in the Wolf's Den before the old gods and the new. When we were sore beset and friendless, hounded from our homes and in peril of our lives, the wolves took us in and nourished us and protected us against our enemies. The city is built upon the land they gave us. In return we swore that we should always be their men. Stark men!

 

 
Messaggi
1.9k
Creato
3 anni fa
Ultima Risposta
22 minuti fa

MIGLIOR CONTRIBUTO IN QUESTA DISCUSSIONE
L
Lyra Stark
426 messaggi
joramun
283 messaggi
Euron Gioiagrigia
229 messaggi
M
Menevyn
192 messaggi