Entra Registrati
La politica del Bel Paese
I di Il Lord
creato il 15 gennaio 2021


Frank Stark
Utente
190 messaggi
Frank Stark




Utente
190 messaggi
Inviato il 08 aprile 2023 18:42
5 ore fa, joramun ha scritto:

No. Per emanciparsi dai genitori i giovani hanno bisogno di smettere di essere figli, e ciò vuol dire costruire se stessi scoprendo le proprie inclinazioni, le proprie attitudini, la propria visione del mondo, i propri limiti, all'interno di un mondo di relazioni nuovo che si sono nel frattempo costruiti (anche e soprattutto grazie alla scuola).

Come fare un bonifico o compilare un 730 glielo può dire tranquillamente il CAF o il cassiere della banca.

Per emanciparsi hanno bisogno anche di questo. Saper essere indipendente in queste cose è fondamentale per un individuo che vuole inserirsi in una società

 

5 ore fa, joramun ha scritto:

Mi pare ovvio da quello che ho scritto che la mia critica non riguardasse la pratica in quanto mezzo per giungere ad un insegnamento più efficace, ma come fine. Cosa che accade nell'alternanza scuola-lavoro, in cui la parte prima del trattino è al servizio della seconda, e non il contrario, come dovrebbe essere.

La scuola-lavoro ha il compito di insegnare delle cose agli studenti che potranno utilizzare come punto di partenza nel mondo lavorativo. Che poi da questa base si vada ad altro, con un miglioramento delle condizioni di vita, è tutto guadagnato, ma intanto ti da una base.

 

5 ore fa, joramun ha scritto:

Ma scusa, prima dici che è un errore far fermare i programmi di storia al 1945 e poi ti lamenti che le persone inquadrano il proprio pensiero con quello de dopoguerra?

Il dopoguerra è generalmente considerato il periodo '45-'49, il ragionamento è: Se te dai la percezione agli studenti che la storia finisca in un anno X, questi saranno portati a pensare come pensavano le persone immediatamente del periodo immediatamente successivo, in questo caso il dopoguerra. Non è un caso che troppe volte i dialoghi politici siano semplificati come uno scontro tra fascisti e comunisti, nonostante spesso siano cose completamente diverse

 

5 ore fa, joramun ha scritto:

Ripeto: la funzione della scuola è quella di formare PERSONE, non LAVORATORI. Il suo scopo non è quello di inserire in un contesto lavorativo i giovani; per quello c'è il collocamento. Ragionare in questi termini è l'anticamera di quei discorsi per cui si ipotizza di smettere di insegnare determinate materie perchè "non spendibili sul mercato del lavoro".

Le persone si da il caso che debbano anche essere lavoratori per provvedere al "Progresso materiale e spirituale della società" (Articolo 4 della costituzione). Il collocamento è una cosa, ma se il giovane non ha la più pallida idea di come fare un qualsiasi lavoro, considerando poi che troppo spesso le imprese richiedono per forza l'esperienza nel saper fare un dato lavoro, è facile si ritrovi senza un impiego, ed i dati sulla disoccupazione giovanile dimostrano questo. Io non dico che si debba smettere di insegnare materie con lo scopo di arricchire l'individuo, l'ho ripetuto piùvolte, ma non si può nemmeno ragionare in termini di "Queste cose tanto le imparerà dopo, non importa come, non serve insegnarle"

 

5 ore fa, joramun ha scritto:

Ma qui chiudo perchè come detto stiamo andando troppo OT

Mi sa che siamo andati un filo troppo oltre:blink:, è stato comunque molto stimolante come discorso


L
Lyra Stark
Confratello
Utente
14107 messaggi
Lyra Stark
Confratello

L

Utente
14107 messaggi
Inviato il 09 aprile 2023 10:44

Per tornare al tema del topic, ma forse si potrebbe postare anche nella discussione sul PC, questo articolo riassume bene alcune "inclinazioni" del nostro tempo nello specifico legate a un evento degli ultimi giorni:

Linkiesta.it: Il ricovero di Berlusconi e la gara d’imbecillità nel Grande Indifferenziato.
https://www.linkiesta.it/2023/04/berlusconi-social-insulti/


E' sempre un dispiacere che quando tutti i lupi dovrebbero sollevarsi, un posto possa rimanere vuoto.

 

A man might befriend a wolf, even break a wolf, but no man could truly tame a wolf.

 

When the snows fall and the white winds blow,

the lone wolf dies, but the pack survives

 

Stark è grigio e Greyjoy è nero

Ma sembra che il vento sia in entrambi

 
 
What do they say of Robb Stark in the North?
They call him The Young Wolf
They say he can't be killed...
 
A thousand years before the Conquest, a promise was made, and oaths were sworn in the Wolf's Den before the old gods and the new. When we were sore beset and friendless, hounded from our homes and in peril of our lives, the wolves took us in and nourished us and protected us against our enemies. The city is built upon the land they gave us. In return we swore that we should always be their men. Stark men!

 

 

joramun
Confratello
Utente
6280 messaggi
joramun
Confratello



Utente
6280 messaggi
Inviato il 13 aprile 2023 12:12

E insomma...mentre (a giudicare da quanto ricostruisce Il Sole24 Ore) "durato quanto il progetto politico del terzo polo" si appresta a sostituire "durato quanto un gatto in tangenziale" come locuzione indicante cose che durano poco, sarebbe interessante capire e verificare quello che Calenda "avrebbe" dichiarato (e che fino a ieri aveva categoricamente smentito) e cioè che a contribuire all'elezione del post-fascista Ignazio Benito La Russa a presidente del Senato sarebbero stati i parlamentari di IV, in cambio della presidenza della Commissione di Vigilanza Rai.



Frank Stark
Utente
190 messaggi
Frank Stark




Utente
190 messaggi
Inviato il 13 aprile 2023 15:01
2 ore fa, joramun ha scritto:

"durato quanto il progetto politico del terzo polo" si appresta a sostituire "durato quanto un gatto in tangenziale"

Penso fosse quotato a 0.90

 

2 ore fa, joramun ha scritto:

Calenda "avrebbe" dichiarato (e che fino a ieri aveva categoricamente smentito) e cioè che a contribuire all'elezione del post-fascista Ignazio Benito La Russa a presidente del Senato sarebbero stati i parlamentari di IV, in cambio della presidenza della Commissione di Vigilanza Rai.

Che ci fosse stato un accordo col Terzo Polo (compreso Calenda) per l'elezione di La Russa mi sembra ovvio, per cosa sarà interessante scoprirlo, ma il fatto in sé era il segreto di Pulcinella



Mar
Confratello
Utente
1178 messaggi
Mar
Confratello



Utente
1178 messaggi
Inviato il 16 aprile 2023 19:57

Sulla vicenda Renzi - Calenda:

 

Tutto molto poco attinente alla politica con la P, tutto molto più legato a questioni personali ed economiche. Se non altro adesso chi non vuole votare manco morto per cdx e pd-5s ha l'imbarazzo della scelta. Lol.

 

Più seriamente parlando, sulla carta siamo talmente distanti dalle prossime elezioni nazionali che i due amici hanno persino il tempo di rifare pace per la seconda volta e poi rimollarsi ancora.
 

 

Il 8/4/2023 at 18:42, Frank Stark ha scritto:
Il 8/4/2023 at 13:21, joramun ha scritto:

Ripeto: la funzione della scuola è quella di formare PERSONE, non LAVORATORI. Il suo scopo non è quello di inserire in un contesto lavorativo i giovani; per quello c'è il collocamento. Ragionare in questi termini è l'anticamera di quei discorsi per cui si ipotizza di smettere di insegnare determinate materie perchè "non spendibili sul mercato del lavoro".

 

Non ho recuperato tutti messaggi e lungi da me prolungare l'OT, sono però molto d'ccordo con questa parte e infatti una delle mie critiche al mondo dell'istruzione è quella di funzionare in maniera nozionistica e stereotipata, come se i ragazzi fossero contenitori da riempire con concetti più o meno astratti e più o meno utili, alla "sapere generale", "impara l'arte e mettila da parte". E a proposito di questo, lo sappiamo tutti, vero?, che i ragazzi che escono dal liceo sanno molto più sulla guerre puniche e gli affluenti del Po, piuttosto che di ventesimo e ventunesimo secolo, e figuriamoci del sistema politico italiano (così mi mantengo vicino al cuore della discussione) ed europeo (chi ca**o lo sa cos'è e come funziona l'UE?)?

 

Ecco, un buon sistema scolastico dovrebbe formare "buone" persone, oneste, responsabili; stimolare interessi, far conoscere nuove realtà e prospettive; soprattutto insegnare a risolvere i problemi, ad affrontare gli imprevisti, a rialzarsi dopo le cadute di qualunque tipo siano, ad evolvere e cambiare, ad impegnarsi in qualunque cosa sia quella che fanno. Formare persone in grado di capire, oltre che di imparare a memoria, di ragionare da soli senza belare appresso alla moda anti- del momento. La mia personale esperienza al riguardo non ha certo valore scientifico, ma al momento siamo mooolto lontani da tutto questo. E no, non c'entrano NULLA le riforme di quella e quell'altra, i ministri "di destra" e tutte le solite menate. Puntualmente il risultato qual è? Coscienza e consapevolezza civica dei 15-25enni = sciopero il venerdì. Simpatia per i "movimenti". Che altro? Poi dovremmo stupirci se l'Italia è messa come è messa?

 

Poi, certo, ovviamente il discorso del lavoro resta essenziale. Nel Paese della bassa produttività e dell'alto debito pubblico, con così pochi laureati (ancora meno in materie STEM) e così tanti disoccupati, gira e rigira avere legioni di giovani brillanti e sul pezzo, è essenziale. Non a caso i migliori se ne scappano, mentre in Italia restano falangi di capaci  a poco e buoni a nulla con la speranza di sistemarsi da qualche parte nel settore pubblico. E a proposito di questo, l'altra mia critica conseguente a quella sul sistema dell'istruzione è rivolta allo Stato, inefficiente e sprecone, dispensatore di servizi in cui il servizio non è il servizio pubblico in sè, ma l'aver fatto sistemare tot. cittadini a fare il citato servizio. 

 

E così gira e rigira si torna sempre alle solite questioni, livelli di istruzione terrificanti e sistema paese in fallimento = cittadinanza e classe intellettuale arretrata = sistema politico infimo e corrotto, eccetera eccetera.


"It may be a reflection on human nature, that such devices should be necessary to control the abuses of government. But what is government itself, but the greatest of all reflections on human nature? If men were angels, no government would be necessary. If angels were to govern men, neither external nor internal controls on government would be necessary. In framing a government which is to be administered by men over men, the great difficulty lies in this: you must first enable the government to control the governed; and in the next place oblige it to control itself".

Federalist No. 51, The Structure of the Government Must Furnish the Proper Checks and Balances Between the Different Departments, in The Federalist Papers, a collection of essays written in favour of the new Constitution as agreed upon by the Federal Convention, September 17, 1787

Alexander Hamilton, James Madison, John Jay


joramun
Confratello
Utente
6280 messaggi
joramun
Confratello



Utente
6280 messaggi
Inviato il 16 aprile 2023 20:48
3 ore fa, Mar ha scritto:

E no, non c'entrano NULLA le riforme di quella e quell'altra, i ministri "di destra" e tutte le solite menate.

 

No infatti. La scuola intesa come "ufficio di collocamento", con un impostazione sempre più settorializzata e di stampo anglosassone, è arrivata da un'altra dimensione come Kang The Conqueror.

 

3 ore fa, Mar ha scritto:

Coscienza e consapevolezza civica dei 15-25enni = sciopero il venerdì.

 

Ma mica solo i 15-25enni. Pure gli adulti. Dovremmo proprio abolirlo lo sciopero al venerdì, come ha proposto Capezzone.

 

3 ore fa, Mar ha scritto:

Simpatia per i "movimenti"

 

Alcuni dei cambiamenti più importanti della nostra vita politica degli ultimi 60 anni, Specie in materia di diritti civili, sono nati dall'azione politica di movimenti e associazioni. E se ancora oggi ci sono ragazzi che trovano lo stimolo per impegnarsi politicamente in azioni politiche nate dal basso grazie a questo o a quel movimento, c'è solo di che esserne contenti ed avere, con licenza, anche un minimo di rispetto. Altro che considerarli il frutto di una scuola che non funziona.

Modificato il 16 April 2023 23:04

L
Lyra Stark
Confratello
Utente
14107 messaggi
Lyra Stark
Confratello

L

Utente
14107 messaggi
Inviato il 16 aprile 2023 21:20
1 ora fa, Mar ha scritto:

Se non altro adesso chi non vuole votare manco morto per cdx e pd-5s ha l'imbarazzo della scelta. Lol.

Già >_>

1 ora fa, Mar ha scritto:

una delle mie critiche al mondo dell'istruzione è quella di funzionare in maniera nozionistica e stereotipata, come se i ragazzi fossero contenitori da riempire con concetti più o meno astratti e più o meno utili, alla "sapere generale", "impara l'arte e mettila da parte". E a proposito di questo, lo sappiamo tutti, vero?, che i ragazzi che escono dal liceo sanno molto più sulla guerre puniche e gli affluenti del Po, piuttosto che di ventesimo e ventunesimo secolo, e figuriamoci del sistema politico italiano (così mi mantengo vicino al cuore della discussione) ed europeo (chi ca**o lo sa cos'è e come funziona l'UE?)?

Insomma non lo dico perché ci lavoro e voglio tutelare gli interessi di categoria, ma secondo me avete una visione un po' datata delle scuole italiane. Non è proprio così, le cose sono molto cambiate nel tempo compresi i programmi (alle medie non si studia più la storia classica proprio per dare spazio a quella moderna, anche se secondo me andrebbe tagliato di più il periodo 1500/1600 - 1800 e tutti i moti) ma soprattutto la concezione, ora si ragiona per competenze e non per contenuti.

Per dirti: ho spiegato la storia della UE, le sue istituzioni e simboli in seconda media proprio quest'anno (per carità ovviamente compatibilmente con l'età degli studenti). Ma non perché sono io, è quello che si fa in seconda e lavoro in una di quelle scuole che fa solo 1h di geografia a settimana perché :shock:hanno tagliato anche quella per far posto a più ore di inglese (metà scuole lo fa ormai, con mio rammarico).


E' sempre un dispiacere che quando tutti i lupi dovrebbero sollevarsi, un posto possa rimanere vuoto.

 

A man might befriend a wolf, even break a wolf, but no man could truly tame a wolf.

 

When the snows fall and the white winds blow,

the lone wolf dies, but the pack survives

 

Stark è grigio e Greyjoy è nero

Ma sembra che il vento sia in entrambi

 
 
What do they say of Robb Stark in the North?
They call him The Young Wolf
They say he can't be killed...
 
A thousand years before the Conquest, a promise was made, and oaths were sworn in the Wolf's Den before the old gods and the new. When we were sore beset and friendless, hounded from our homes and in peril of our lives, the wolves took us in and nourished us and protected us against our enemies. The city is built upon the land they gave us. In return we swore that we should always be their men. Stark men!

 

 

Mar
Confratello
Utente
1178 messaggi
Mar
Confratello



Utente
1178 messaggi
Inviato il 20 aprile 2023 16:56
Il 16/4/2023 at 20:48, joramun ha scritto:
Il 16/4/2023 at 19:57, Mar ha scritto:

E no, non c'entrano NULLA le riforme di quella e quell'altra, i ministri "di destra" e tutte le solite menate.

 

No infatti. La scuola intesa come "ufficio di collocamento", con un impostazione sempre più settorializzata e di stampo anglosassone, è arrivata da un'altra dimensione come Kang The Conqueror.

 

Su Kang mi trovi impreparato. Se fai riferimento all'ufficio di collocamento è esattamente quello di cui parlavo io, e anzi ne approfitto per ribadire ancora una volta che proprio questa concezione è una delle più deleterie e al tempo stesso trasversali della cultura (anche "politica") italiana.

 

 

Il 16/4/2023 at 20:48, joramun ha scritto:
Il 16/4/2023 at 19:57, Mar ha scritto:

Coscienza e consapevolezza civica dei 15-25enni = sciopero il venerdì.

 

Ma mica solo i 15-25enni. Pure gli adulti. Dovremmo proprio abolirlo lo sciopero al venerdì, come ha proposto Capezzone.

 

Si parlava di scuola perciò quella fascia d'età. Figurati se non sono il primo a dire che pure gli adulti sono belli analfabeti in materia. Se non altro però gli adulti hanno da lavorare e una famiglia da mantenere, quindi il povero ignorante che fa lavori pesanti e o da fame ha molto più la mia stima e simpatia che non lo studente.

 

Io non ho parlato di abolire alcunchè, bel solito tentativo di manipolare le parole altrui :blink:.

Se dopo tanti anni hai capito un minimo il mio pensiero, allora dovresti sapere che sono contro gli assoluti, specie quando si tratta di obblighi e divieti. Per quanto riguarda lo sciopero, non è fare o non fare lo sciopero in sè, il punto, quanto la possibilità di farlo. Proprio come per il voto. Pensa che bei tempi quando votare era obbligatorio e se non lo facevi venivi esposto alla pubblica riprovazione (in senso inverso, se eri un imprenditore fallito perdevi il diritto di voto), ah come si stava meglio.

 

 

Il 16/4/2023 at 20:48, joramun ha scritto:
Il 16/4/2023 at 19:57, Mar ha scritto:

Simpatia per i "movimenti"

 

Alcuni dei cambiamenti più importanti della nostra vita politica degli ultimi 60 anni, Specie in materia di diritti civili, sono nati dall'azione politica di movimenti e associazioni. E se ancora oggi ci sono ragazzi che trovano lo stimolo per impegnarsi politicamente in azioni politiche nate dal basso grazie a questo o a quel movimento, c'è solo di che esserne contenti ed avere, con licenza, anche un minimo di rispetto. Altro che considerarli il frutto di una scuola che non funziona.

 

Caro, non so con quale faccia e coraggio riesci veramente ad associare "cambiamenti più importanti della nostra vita politica" allo "sciopero degli studenti del venerdì", ma buon per te, peggio per te, libero di pensare quello che ti pare. Per quanto riguarda me invece non ho alcun problema a dire e ribadire che gli scioperi studenteschi del venerdì sono una gran ca***ta inutile (per carità, divertente non entrare, non studiare, socializzare, fare il week end lungo, ma capirai che conquista sociale è questa). Ovviamente, come sempre, non è un assoluto, le eccezioni esistono sempre, ma per loro precisa natura le eccezioni confermano la regola.

 

 

Il 16/4/2023 at 21:20, Lyra Stark ha scritto:

Insomma non lo dico perché ci lavoro e voglio tutelare gli interessi di categoria, ma secondo me avete una visione un po' datata delle scuole italiane. Non è proprio così, le cose sono molto cambiate nel tempo compresi i programmi (alle medie non si studia più la storia classica proprio per dare spazio a quella moderna, anche se secondo me andrebbe tagliato di più il periodo 1500/1600 - 1800 e tutti i moti) ma soprattutto la concezione, ora si ragiona per competenze e non per contenuti.

Per dirti: ho spiegato la storia della UE, le sue istituzioni e simboli in seconda media proprio quest'anno (per carità ovviamente compatibilmente con l'età degli studenti). Ma non perché sono io, è quello che si fa in seconda e lavoro in una di quelle scuole che fa solo 1h di geografia a settimana perché :shock:hanno tagliato anche quella per far posto a più ore di inglese (metà scuole lo fa ormai, con mio rammarico).

 

Mia madre ha fatto l'insegnante di inglese al liceo e poi alle medie per tutta la sua carriera lavorativa perciò anche io conosco da vicino e non ho nulla contro la categoria, anzi. Non più di quanto avercela con gli evasori fa di me uno contro gli imprenditori (per fare un esempio). Se da voi le cose funzionano meglio non può che farmi piacere, però a livello di sistema, di considerazione generale, non penso serva riportare qui i dati italiani sui livelli generali di istruzione, conoscenza e consapevolezza, no ?

 

 

 

Tornando a parlare di questioni  più strettamente politiche, nelle puntate ho precedenti ho mostrato quanto faccia schifo la forma di governo italiana a livello costituzionale e quanto siano antidemocratiche le leggi elettorali nazionali e regionali, garanzia della squallida classe politica che ci ritroviamo. Oggi è la volta dei Comuni:

 

 

 
 

Per caso qualcuno ne ha sentito parlare in tv?

Qualcuno ne ha già parlato sul forum?

 

Che questo non sia IL tema politico italiano di questi giorni e dei prossimi mesi e anni, la dice lunga sul nostro analfabetismo. Che il Partito DEMOCRATICO non faccia di questa LA sua battaglia identitaria e di "opposizione" la dice lunga su quanto democratico sia. Per non parlare del Movimento 5 Stelle, col suo DNA anti partitico e pro democrazia diretta. E pensare che sarebbe così dannatamente facile far passare il messaggio politico "Signori, vi stanno fottend0, f0tteteli voi nelle urne".

 

Provate a immaginare: un Sindaco eletto per 5 anni (e tendenzialmente rieletto per altri 5) col 40% dei voti, magari del 40% dei votanti. E questo Sindaco non è mica stato selezionato attraverso primarie di coalizione, ma con un scelta a tavolino dei partiti. Ma perché facciamo così schifo?
 

Se non fosse che i vari Conte, Boccia e Provenzano hanno un effetto repellente su di me, diventerei cannibale e me li mangerei vivi. Maledetti. Si meritano di perdere tutti i Sindaci, altro che nove capoluoghi. Il problema è che stare all'opposizione per sempre senza responsabilità amministrativa dedicandosi h24 al niente ideologico è il loro sogno proibito

 
 

"It may be a reflection on human nature, that such devices should be necessary to control the abuses of government. But what is government itself, but the greatest of all reflections on human nature? If men were angels, no government would be necessary. If angels were to govern men, neither external nor internal controls on government would be necessary. In framing a government which is to be administered by men over men, the great difficulty lies in this: you must first enable the government to control the governed; and in the next place oblige it to control itself".

Federalist No. 51, The Structure of the Government Must Furnish the Proper Checks and Balances Between the Different Departments, in The Federalist Papers, a collection of essays written in favour of the new Constitution as agreed upon by the Federal Convention, September 17, 1787

Alexander Hamilton, James Madison, John Jay

P
Phoenix
Utente
1127 messaggi
Phoenix


P

Utente
1127 messaggi
Inviato il 21 aprile 2023 21:27

Questa roba che le alte figure istituzionali si possano permettere di fare dichiarazioni aberranti, e ritrattare il giorno seguente tirando in ballo vaghi fraintendimenti, come se avessero esagerato coi cicchetti, sarebbe anche ora finisse. 



joramun
Confratello
Utente
6280 messaggi
joramun
Confratello



Utente
6280 messaggi
Inviato il 21 aprile 2023 23:19
1 ora fa, Phoenix ha scritto:

Questa roba che le alte figure istituzionali si possano permettere di fare dichiarazioni aberranti, e ritrattare il giorno seguente tirando in ballo vaghi fraintendimenti, come se avessero esagerato coi cicchetti, sarebbe anche ora finisse. 

 

Ma è la strategia con cui hanno normalizzato e normalizzano il fascismo, le sue idee e i suoi valori negli ultimi 30 anni.

Ne spari una grossa, puzzolente, mefitica; se tutti si incazzano urli che sei stato frainteso, che ormai "non si può più dire niente" e tutto il corollario (se l'hai detta proprio grossa e la reazione è veemente puoi giocarti la carta del "fascismo degli antifascisti" e boiate varie). Se nessuno si incazza o si incazzano in pochi, hai spinto di un passo più in là il confine di quello che prima istituzionalmente, politicamente e culturalmente deprecabile fare e che invece ora si può.

Ripeti una volta al giorno per 30 anni e hai Ignazio Benito La Russa presidente del Senato.



joramun
Confratello
Utente
6280 messaggi
joramun
Confratello



Utente
6280 messaggi
Inviato il 13 maggio 2023 14:42

Sei uno studente che non può permettersi affitti da 800 euro a singola perchè su quella cosa che il mercato è buono e si autoregola pare ci fossimo un pelo sbagliati? Arrangiati e fai i sacrifici, viziato del ...

Possiedi una Lambo da 800 mila euro che fa 3 chilometri al litro? Poverino. Adesso ti togliamo il superbollo.

Modificato il 13 May 2023 14:05


Mar
Confratello
Utente
1178 messaggi
Mar
Confratello



Utente
1178 messaggi
Inviato il 13 maggio 2023 17:33
2 ore fa, joramun ha scritto:

Sei uno studente che non può permettersi affitti da 800 euro a singola perchè su quella cosa che il mercato è buono e si autoregola pare ci fossimo un pelo sbagliati? Arrangiati e fai i sacrifici, viziato del ...

Possiedi una Lambo da 800 mila euro che fa 3 chilometri al litro? Poverino. Adesso ti togliamo il superbollo.

 

"Il mercato è buono" è il tipo di nonsense che direbbe solo chi non sa di cosa sta parlando (oppure chi sa perfettamente di stare solo provocando). Comunque sia, quando ho studiato economia politica la domanda, l'offerta e il mercato venivano introdotte più o meno all'altezza del terzo capitolo (su trenta circa). Tra gli esempi fatti c'era quello classico della fissazione di un prezzo minimo (es. salario sul mercato del lavoro) e massimo (proprio il canone massimo di locazione degli alloggi per uso abitativo). Considerato che l'aumento di prezzo è lo strumento col quale il mercato libero raziona i beni o servizi disponibili in quantità limitata, la fissazione di un prezzo massimo inferiore all'equilibrio di mercato crea un eccesso di domanda che incentiva la nascita di mercato nero e/o procedure più o meno arbitrarie (da parte dell'autorità) di razionamento della (scarsa rispetto alla domanda) quantità offerta. Nel breve termine la curva di offerta è poco reattiva al prezzo (canone locazione) perché i proprietari non possono reinventare di sana pianta la destinazione d'uso, quindi la quantità di alloggi offerti in locazione sarà solo di poco inferiore. Nel medio-lungo termine invece la situazione cambia e la curva diventa più reattiva al prezzo, perché l'offerta verrà aggiustata per un diverso tipo di domanda (es. professionisti e società in cerca di uffici) comportando ancora una volta la contrazione degli alloggi offerti in locazione a scopo abitativo o comunque per le fasce meno abbienti.

 

Sul superbollo andrebbero visti i numeri. Ha effetti positivi per le casse statali? Ha danneggiato l'industria italiana? Come si rapporta alla svolta elettrica e tutti i suoi cavalli? Fino a venti-trenta anni fa Lancia e Alfa Romeo insieme a Maserati e Ferrari (e Lamborghini, che però ora è dei tedeschi, vabbè) erano il nostro fiore all'occhiello. Cosa rimane oggi di quel patrimonio ? 


"It may be a reflection on human nature, that such devices should be necessary to control the abuses of government. But what is government itself, but the greatest of all reflections on human nature? If men were angels, no government would be necessary. If angels were to govern men, neither external nor internal controls on government would be necessary. In framing a government which is to be administered by men over men, the great difficulty lies in this: you must first enable the government to control the governed; and in the next place oblige it to control itself".

Federalist No. 51, The Structure of the Government Must Furnish the Proper Checks and Balances Between the Different Departments, in The Federalist Papers, a collection of essays written in favour of the new Constitution as agreed upon by the Federal Convention, September 17, 1787

Alexander Hamilton, James Madison, John Jay


joramun
Confratello
Utente
6280 messaggi
joramun
Confratello



Utente
6280 messaggi
Inviato il 13 maggio 2023 22:50
4 ore fa, Mar ha scritto:

Il mercato è buono" è il tipo di nonsense che direbbe solo chi non sa di cosa sta parlando (oppure chi sa perfettamente di stare solo provocando). Comunque sia, quando ho studiato economia politica la domanda, l'offerta e il mercato venivano introdotte più o meno all'altezza del terzo capitolo (su trenta circa). Tra gli esempi fatti c'era quello classico della fissazione di un prezzo minimo (es. salario sul mercato del lavoro) e massimo (proprio il canone massimo di locazione degli alloggi per uso abitativo). Considerato che l'aumento di prezzo è lo strumento col quale il mercato libero raziona i beni o servizi disponibili in quantità limitata, la fissazione di un prezzo massimo inferiore all'equilibrio di mercato crea un eccesso di domanda che incentiva la nascita di mercato nero e/o procedure più o meno arbitrarie (da parte dell'autorità) di razionamento della (scarsa rispetto alla domanda) quantità offerta. Nel breve termine la curva di offerta è poco reattiva al prezzo (canone locazione) perché i proprietari non possono reinventare di sana pianta la destinazione d'uso, quindi la quantità di alloggi offerti in locazione sarà solo di poco inferiore. Nel medio-lungo termine invece la situazione cambia e la curva diventa più reattiva al prezzo, perché l'offerta verrà aggiustata per un diverso tipo di domanda (es. professionisti e società in cerca di uffici) comportando ancora una volta la contrazione degli alloggi offerti in locazione a scopo abitativo o comunque per le fasce meno abbienti.

 

E il senso di rispondermi come se avessi proposto l'imposizione coatta dei fitti a 600 euro sarebbe? 

Attuare dei piani di edilizia studentesca e universitaria così che studenti e famiglie non siano vittima di strozzinaggio legalizzato pare brutto? 

Per quanto riguarda gli effetti del caroaffitti sul tessuto economico e sociale di una città ho già scritto qualche pagina fa e non ho nessuna voglia di ripetermi. 

 

5 ore fa, Mar ha scritto:

Sul superbollo andrebbero visti i numeri. Ha effetti positivi per le casse statali? Ha danneggiato l'industria italiana? Come si rapporta alla svolta elettrica e tutti i suoi cavalli? Fino a venti-trenta anni fa Lancia e Alfa Romeo insieme a Maserati e Ferrari (e Lamborghini, che però ora è dei tedeschi, vabbè) erano il nostro fiore all'occhiello. Cosa rimane oggi di quel patrimonio ? 

 

Sul superbollo invece facciamo che ci atteniamo ai principi di progressivita fiscale sanciti dalla costituzione, e al buonsenso derivante dalla semplice costatazione che sei hai 800mila baiocchi per una Lamborghini o 80 mila per un Suv, hai anche i soldi per pagare il superbollo. 

 



joramun
Confratello
Utente
6280 messaggi
joramun
Confratello



Utente
6280 messaggi
Inviato il 24 maggio 2023 16:41

Per i sostenitori della tesi "la violenza delle forze dell'ordine è un problema degli Stati Uniti": Milano, stamattina.

 

Si attendono con ansia le reazioni di chi sabato voleva farsi brillare in piazza al grido di "rispetto dei diritti! Libertà di parola!" per una contestazione ad un ministro.



Frank Stark
Utente
190 messaggi
Frank Stark




Utente
190 messaggi
Inviato il 24 maggio 2023 19:37

Vorrei chiedere dei pareri sparsi riguardo dei sondaggi che ho visto oggi che riguardano dei temi più o meno importanti in Italia, esprimetevi su:

-Sfiducia Costruttiva

-Autonomia differenziata

-Elezione diretta Presidente del Consiglio

-Elezione diretta Presidente della Repubblica

-Senato rappresentativo delle regioni

2 ore fa, joramun ha scritto:

Per i sostenitori della tesi "la violenza delle forze dell'ordine è un problema degli Stati Uniti": Milano, stamattina

Da una parte sono d'accordo con te che sia un fatto aberrante e chi ha fatto quest'azione deve essere punito severamente, dall'altra non mi sentirei di paragonare la situazione italiana a quella americana, che per usare un eufemismo molto grande si potrebbe dire "complessa"


Messaggi
1.9k
Creato
3 anni fa
Ultima Risposta
1 settimana fa

MIGLIOR CONTRIBUTO IN QUESTA DISCUSSIONE
L
Lyra Stark
426 messaggi
joramun
286 messaggi
Euron Gioiagrigia
235 messaggi
M
Menevyn
192 messaggi